AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità Progetto SISC
IL COMUNE

Ricerca

Ricerca Avanzata










Comunicati Stampa



Data Comunicato 30/11/2016
Titolo LA REGIONE RESTITUISCE A BRONTE GLI 841 MILA EURO DEL FONDO PRECARI
Testo
BRONTE – (30 novembre 2016) – Torna il sorriso al Comune di Bronte. L’Assemblea regionale siciliana ha accolto le richieste del sindaco, Graziano Calanna ed ha restituito ai Comuni che percepiscono le royalty il fondo destinato ai lavoratori precari. Questi fondi, infatti, erano stati sottratti nel settembre scorso da un decreto che a Bronte, in un colpo solo, ha decurtato   dai trasferimenti qualcosa come 841 mila euro l’anno, ovvero i soldi che servivano per pagare gli stipendi dei precari che, di conseguenza, hanno temuto il peggio.
Per molti l’allora decisione della Regione aveva del paradossale. Con quel contestato decreto, infatti, si intendeva recuperare soldi per salvare gli stipendi dei precari di 14 Comuni siciliani che hanno dichiarato il dissesto, rischiando di mandare in dissesto quelli colpiti dal provvedimento.
“E’ quello che ho spiegato al presidente Rosario Crocetta, agli assessori regionali ed ai deputati che ho interessato in questa ingarbugliata vicenda. – afferma più che soddisfatto il sindaco Graziano Calanna - Tralasciando il fatto che l’idea di togliere fondi ai Comuni virtuosi per salvare quelli in dissesto già di per se è criticabile, questo provvedimento ci avrebbe messo di fronte ad un bivio: o si stabilizzavano tutti i precari e si decideva di pagarli con il proprio bilancio o si licenziavano tutti. La prima ipotesi avrebbe mandato in dissesto il Comune, la seconda era improponibile perché nessun sindaco avrebbe potuto licenziare lavoratori che sono unico sostentamento economico per le loro famiglie. La scelta di conseguenza sarebbe stata forzata. Alla fine, conti alla mano, – conclude – se quest’anno la Regione, con questa manovra, avrebbe risparmiato 800 mila euro, il prossimo anno, dichiarato il dissesto, sarebbe stata costretta a pagarne molti di più”.
Ed il sindaco Graziano Calanna, fino ad oggi si è rifiutato ad approvare il bilancio di previsione 2016. “Abbiamo atteso che la Regione ci restituisse le somme. Scelta che oggi si è rivelata vincente”.
Per l’Amministrazione comunale una grande vittoria dal punto di vista politico. Di questi tempi, infatti, non è facile per nessuno ottenere finanziamenti.
“Vero – continua il sindaco – ed io ringrazio il Presidente per aver ascoltato le nostre richieste, come ringrazio la Giunta e l’Assemblea regionale per averle avvallate. Adesso – conclude – precederemo con l’approvazione del bilancio e con tutte le attività ad esso connesse. Ripartiamo, insomma, ed alla grande, prendendo anche atto di un dato. Pur in grande ristrettezza economica in questi mesi non abbiamo fatto pesare nulla ai cittadini, colmando con iniziativa ed idee alla mancanza di bilancio. L’esempio più lampante è stato l’organizzazione dell’Expo del pistacchio risultata anche quest’anno vincente”.
Intanto i 75 lavoratori precari del Comune e le loro famiglie tirano un grosso sospiro di sollievo.
“Sapevano – conclude Calanna – di non essere soli. Io ringrazio anche il sindaco di Troina, Sebastiano Fabio Venezia, che trovandosi nella stessa situazione ha lottato al mio fianco”.  
 
L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 19/11/2016
Titolo COMUNE ED ORDINI DEGLI ARCHITETTI ED INGEGNERI INSIEME PER FORMAZIONE PROFESSIONALE
Testo
BRONTE – (19 novembre 2016) – Lavoro e formazione al Comune di Bronte. La Giunta municipale guidata dal sindaco, Graziano Calanna, accogliendo la proposta degli Ordini degli Architetti e degli Ingegneri, ha approvato due distinti protocolli d’intesa, prevedendo l’inserimento per 6 mesi fra le forze lavoro del Comune di 3 giovani architetti e altrettanti ingegneri, da impiegare nell’ufficio tecnico, guidato dall’ingegnere Salvatore Caudullo.
In pratica i 6 tecnici effettueranno al Comune tirocinio.
“Il vantaggio è per entrambi le parti. – afferma il sindaco – Così  promuoviamo formazione ed arricchiremo gli Uffici del Comuni di professionalità”.
La presenza di giovani ingegneri ed architetti, infatti, potrà essere di supporto alle molteplici attività dell’Ufficio tecnico, soprattutto per la progettazione, la pianificazione dei servizi di Protezione civile, la sicurezza degli impianti, il servizio idrico integrato e le manutenzioni. Ma non solo gli architetti, per esempio, potranno garantire idee e professionalità sulla pianificazione urbanistica, la gestione del territorio, la valorizzazione delle risorse ambientali e monumentali e anche occuparsi delle procedure tecniche legate alle Valutazioni di impatto ambientale e strategica.
“Oggi – continua Calanna – i Comuni hanno bisogno di professionalità che con la crisi economica ed il continuo taglio dei trasferimenti non è facile reperire.
Ma la proposta degli ordini professionali ci permette di superare ogni problema”.     
Il Comune, infatti, si avvarrà delle giovani professionalità con un notevole risparmio economico. Il compenso fissato per le prestazioni professionali dei giovani tecnici, infatti, è di 500 euro.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 19/11/2016
Titolo PRONTO IL PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL POLO SPORTIVO
Testo
BRONTE – (19 novembre 2016) – Adesso ci siamo. Il progetto di riqualificazione del Polo sportivo di Bronte di via Dalmazia è esecutivo e pronto per essere appaltato. Lo ha approvato la Giunta municipale di Bronte, guidata dal sindaco, Graziano Calanna, dopo che l’assessorato regionale al Turismo il 6 luglio scorso, alla luce della sottoscrizione del Patto per la Sicilia che prevedeva finanziamenti per diverse opere pubbliche, ha chiesto al Comune di completare il progetto.
“Progetto – ci dice il sindaco – che ricordo è stato de finanziato e poi da noi recuperato. Gli uffici hanno dovuto rivedere il progetto e la Regione quest’anno lo ha finanziato nuovamente. Per Bronte una bella notizia. Presto il Polo sportivo sarà completato e tutte le criticità che ho trovato al momento del mio insediamento saranno superate”.
Ed il progetto redatto dall’ingegnere Salvatore Caudullo, capo dell’ufficio tecnico comunale e dal geometra Lorenzo Longhitano anch’egli del Comune, prevede nuove realizzazioni ed anche lavori di manutenzione degli impianti. In particolare saranno realizzate nuove aree da adibire a parcheggio, gli impianti di illuminazione dei percorsi e soprattutto saranno abbattute le barriere architettoniche.
“Un traguardo di grande civiltà – commenta il sindaco, Graziano Calanna – ed un obbiettivo che pone Bronte sempre più una cittadina senza barriere”.
Ma non solo. I lavori di manutenzione prevedono l’abbattimento di alcune strutture per ricostruire i servizi, come gli spogliatoi, secondo le moderne esigenze. La riqualificazione di tutti gli impianti, elettrico, idrico e di riscaldamento. Tutti gli infissi saranno sostituiti guardando anche al risparmio energetico. Anche i servizi igienici verranno rifatti e previsti sia per la parte della tribuna riservata ai tifosi locali sia per quella degli ospiti. I lavori riguarderanno non solo il campo di calcio, ma anche il Palazzetto dello sport ed i campi da tennis. Capitolo particolare sarà riservata alla sicurezza ed al rispetto dello norme antincendio.
“Si tratta di un progetto omnicomprensivo – conclude il sindaco – Io ringrazio la Regione per aver nuovamente finanziato il progetto che in passato avevamo perduto e soprattutto per averci permesso di rivedere cosa per noi fosse utile veramente.
Completati i lavori possiamo dire che il nostro Polo sportivo, oltre a consentire la pratica dello sport ci permetterà di destagionalizzare l’offerta turistica”.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 17/11/2016
Titolo BRONTE 2.0 E PARTITO DEMOCRATICO: “APRIAMO IL DIBATTITO SUL DEGRADO”
Testo
BRONTE – (17 novembre 2016) – “Che si apra il dibattito e si costituisca una Commissione di studio sui fenomeno del degrado sociale”.
Lo chiedono i consiglieri comunali dei “Riformisti” (Bronte 2.0 e Partito democratico), Antonio Leanza, Ernesto Di Francesco, Enza Meli e Gaetano Messina.
“Premesso – si legge nel documento presentato - che negli ultimi tempi si è verificata nel nostro Comune un preoccupante incremento di vandalismo ad opera di incivili, che hanno colpito “beni comuni” situati nella nostra città.
Che a questi episodi si aggiungono una recrudescenza di abbandono dei rifiuti su tutto il territorio ed il disagio sociale vissuto da molti anni da cittadini esasperati residenti nelle zone de centro storico dove si concentra la vita notturna, che lamentano schiamazzi e rumori sino a tarda notte, continua incuria dei luoghi, abbandono di bottiglie, scritte sui muri, cestini divelti, nonché atteggiamenti contrari alla pubblica moralità. E che occorre sollecitare e fare esperire tutte le azioni di controllo. Ritenendo che la questione abbia un risvolto amministrativo, chiediamo come l’Amministrazione intende muoversi”.
“Lavoriamo per risolvere questi problemi dal primo giorno del nostro insediamento. – spiega il sindaco Graziano Calanna – L’intenso lavoro svolto fino ad oggi ci ha permesso di redigere la “Carta del decoro urbano” un documento che comprende tutte le casistiche e gli interventi da effettuare e che presto renderemo pubblico. Sul fronte dell’abbandono dei rifiuti è di questi giorni una nuova campagna di repressione da parte della Polizia municipale che accompagneremo con un’apposita azione di sensibilizzazione. L’impegno è comune e l’Amministrazione è in prima linea a difesa del decoro urbano e del rispetto del territorio e dell’ambiente”. 
 
L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 15/11/2016
Titolo “BRONTE CITTA’ DEL PISTACCHIO” APP TURISTICA PER BRONTE
Testo
BRONTE – (15 novembre 2016) – Si chiama “Bronte Città del Pistacchio”. E’ la nuova “app” turistica attiva nel Comune di Bronte. Questa app è stata realizzata da tre giovani ragazzi brontesi. Sono Francesco Messineo, 27 anni, laureato in Ingegneria Informatica all’Università di Catania; Sergio Melardi, 26 anni, imprenditore; Raffaele Leanza, 29 anni, orafo.
La nuova app permette ai turisti e ai visitatori, di ottenere notizie dei vari monumenti e siti di interesse storico-artistico, presenti nel territorio brontese. All’esterno di ciascun monumento sono state collocate delle targhette con un codice “qr”, una sorta di codice a barre che, attraverso la lettura fotografica tramite telefono cellulare, permette di visualizzare in tempo reale i contenuti descrittivi relativi a ogni singolo monumento. E che il progetto non abbia scopo di lucro lo dimostra il fatto che la nuova app è stata donata gratuitamente al Comune di Bronte, ed è stata già utilizzata in via sperimentale, con grande entusiasmo e soddisfazione da migliaia di visitatori accorsi durante l’Expo del pistacchio.
“Si tratta – ha affermato il sindaco Graziano Calanna - di un fulgido esempio di collaborazione dei giovani di questa cittadina con il Comune. Non è la prima volta, infatti, che i giovani qui sono disposti a mettere a disposizione tempo e competenze per vedere crescere la propria cittadina. Francesco, Sergio e Raffaele, che ringrazio vivamente, hanno saputo cogliere al meglio la nostra esigenza di valorizzare il territorio e massimizzare l’offerta turistica, realizzando questa app. La consideriamo un dono prezioso e soprattutto l’ulteriore dimostrazione di quanto attivi, preparati e disponibili siano i giovani a Bronte”. 
 
L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 15/11/2016
Titolo FIAT DOBLO’ A DISPOSIZIONE DI ANZIANI E DISABILI
Testo
BRONTE – (15 novembre 2016) – Se sei anziano o disabile residente a Bronte e non c’è nessuno che possa accompagnarti in auto per recarti presso Enti pubblici o strutture sanitarie del territorio comunale, non devi preoccuparti: ti accompagna il Comune con un’auto nuova di zecca.
Si tratta del Fiat Doblò, del progetto “Noi con voi”, predisposto per il trasporto delle persone con disagio e munito di sollevatore per disabili. E’ stato concesso al Comune in comodato d’uso gratuito grazie alla generosità degli imprenditori locali che hanno accettato di sponsorizzare l’iniziativa.
“Sarà utile – afferma il vice sindaco Vittorio Triscari – per effettuare il servizi di trasporto degli anziani, dei disabili o dei soggetti non autosufficienti che abbiamo bisogno di accompagnati presso strutture pubbliche o sanitarie che  però si trovano all’interno del territorio comunale. Il servizio verrà effettuato dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30 ed accedervi sarà semplice, basta telefonare allo 095/7747244”.
“Un ottimo servizio – ha concluso il sindaco Graziano Calanna - rivolto a chi ha realmente bisogno e che qualifica il livello dei servizi sociali in questo Comune. Oggi avere finanziamenti non è facile, purtroppo siamo più abituati ai tagli. Un tempo bastavano i finanziamenti della legge 328 per dare vita a tantissimi servizi. Oggi non è più così. Nonostante ciò non intendiamo abbassare la guardia e garantire a chi è più debole tutto l’aiuto possibile. Non a caso il Comune è sempre alla continua ricerca di opportunità ed aderisce a tutte le iniziative valide per ampliare l’offerta dei servizi sociali. Ed il progetto “Noi con voi” – conclude - è un esempio”.
 
L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto





Data Comunicato 14/11/2016
Titolo LOTTA CONTRO LE DISCARICHE A CIELO APERTO
Testo
BRONTE – (14 novembre 2016) – Giro di vite da parte del Comune di Bronte contro chi deturpa l’ambiente scaricando in campagna cumuli di rifiuti e trasformando angoli verdi in micro discariche.
La Polizia municipale ha predisposto una campagna di controlli sul territorio per individuare, ed eventualmente punire, con le sanzioni previste dalla legge, chi scarica abusivamente deturpando il territorio.
Il servizio è iniziato da appena qualche giorno e sono già 6 i provvedimenti emessi dalla Polizia municipale. Cinque cittadini che, avendo scaricato solo rifiuti ingombranti sono stati contravvenzionati, mentre una persona, che invece ha scaricato amianto, è stata denunciata con l’accusa di deposito di rifiuti pericolosi.    
“Ringrazio la Polizia municipale per il lavoro che sta svolgendo a salvaguardia del nostro patrimonio ambientale. – afferma il sindaco Graziano Calanna  – In passato abbiamo impegnato forze e risorse per ripulire le aree deturpate dai rifiuti. Abbiamo lanciato anche messaggi di sensibilizzazione verso i cittadini. In verità ritengo che qualche risultato è stato raggiunto, ma sono ancora tanti coloro che invece di avvalersi del servizio gratuito direttamente da casa di rifiuti ingombranti, preferiscono caricarli in auto e liberarsene in campagna, deturpando ambiente e territorio. Una cattiva abitudine che intendiamo scoraggiare in ogni modo per garantire la bellezza del nostro patrimonio ambientale, che, se valorizzato e mantenuto pulito, potrebbe essere un prezioso volano per l’economia turistica”.
Tutti coloro che hanno scaricato abusivamente i rifiuti adesso non solo saranno costretti a pagare la multa o nel caso dell’uomo che ha scaricato amianto difendersi in Tribunale, ma anche a bonificare le aree deturpate, dimostrando alla Polizia municipale, con la necessaria certificazione, l’avvenuto smaltimento dei rifiuti nei centri autorizzati, nel rispetto delle legge sulla tracciabilità dei rifiuti. Da sottolineare come fra i 5 soggetti sanzionati 2 sono i rappresentanti di altrettante ditte con sede nei paesi vicini. Questi, infatti, invece di scaricare nei centri autorizzati hanno ben pensato di superare i confini del proprio paese per liberarsi dei rifiuti nelle campagne.  
I controlli continueranno a tappeto in tutte le aree del Comune che solitamente vengono trasformate in discarica a cielo aperto.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 14/11/2016
Titolo INTERROGAZIONE SU VIABILITA' E STRISCE BLU
Testo
BRONTE – (14 novembre 2016) – Riflettori sulla viabilità e le strisce blu di Bronte. Ad accenderli sono i consiglieri comunali Ernesto Di Francesco ed Antonio Leanza, appartenenti al gruppo consiliare “Bronte 2.0 Liberi e forti e Area riformista” che hanno presentato una interrogazione.
“Premesso – si legge nel documento – che il traffico nel centro appare fortemente congestionato dai numerosi mezzi che vi transitano quotidianamente. Tenuto conto della carenza di spazi adibiti a posteggio di autovetture e dalla riduzione del servizio di trasporto urbano.
Vista la quasi assenza di delimitazione delle relative strisce blu e bianche.
Poiché si ravvisa la necessità di regolamentare meglio tali spazi, che le aree ormai devono essere rese più visibili e che manca un piano del traffico, si ravvisa la necessità di delimitare meglio gli spazzi che dovrebbero includere anche stalli rosa e quelli per la sosta breve.
Ritenendo – concludono – che la soluzione ai disagi non possa essere il ricorso a multe e sanzioni per i cittadini che spesso hanno difficoltà a reperire i tagliandi per la sosta sulle strisce blu, chiediamo di sapere come si intende risolvere il problema del traffico congestionato, quali interventi strutturali si intendono porre in essere per migliorare la viabilità  e come si intende programmare e regolamentare i piani parcheggio”.
“Questa Amministrazione – ha replicato il sindaco Graziano Calanna – ha avviato da tempo un’attenta fase di studio per migliorare la viabilità cittadina. Stiamo cercando nuove aree di sosta e redigendo un complessivo piano di viabilità e  parcheggio. Certo con un centro storico come quello di Bronte è più facile presentare interrogazioni che trovare soluzioni, ma noi ci stiamo provando ed a giorni istituiremo le strisce rosa, grazie al lavoro del consigliere Samanta Longhitano insieme con l’Associazione Telefono rosa di Bronte”.        
    
L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 11/11/2016
Titolo DOPO IL CROLLO DELL’INTONACO SOPRALLUOGO DEL SINDACO CALANNA
Testo
BRONTE – (11 novembre 2016) – Domattina torneranno in classe gli studenti dell’Ipsia dell’Istituto superiore Capizzi di Bronte. La dirigente scolastica, Graziella Emmanuele, dopo il crollo dell’intonaco in una classe del piano terra, che fortunatamente si è verificato durante la ricreazione quando ne il docente, ne gli allievi erano in classe, transennata l’area ritenuta pericolante dai tecnici della “Multiservizi”, ha deciso di far tornare i ragazzi fra i banchi.
“Abbiamo la possibilità di utilizzare altre aule poste in zone sicure – ha affermato la Dirigente – i doppi turni quindi al momento sono scongiurati. I ragazzi semmai torneranno di pomeriggio per recuperare le attività perse in questi 2 giorni”.
Dopo il sopralluogo i tecnici dell’Area metropolitana di Catania, infatti, hanno chiuso al transito 3 aule, un laboratorio di informatica, la segreteria dell’istituto ed i servizi igienici di pian terreno e del primo piano. In questi ambienti si provvedere nel più breve tempo possibile a ripristinare gli intonaci.
Intanto ci si domanda come si è potuto verificare il crollo. Difficile stabilirlo. Noi sentendo qualche tecnico abbiamo capito che la struttura dell’edificio è stabile e la parte interna dei solai solidi. A staccarsi quindi solo l’intonaco che, secondo quanto ci è stato raccontato,  ha resistito per decenni. La verità è che gli edifici pubblici e soprattutto quelli scolastici andrebbero monitorati più spesso, ma sappiamo anche bene come gli enti pubblici soffrano di una grave crisi economica.
Ed un sopralluogo lo hanno effettuato anche il sindaco Graziano Calanna con l’assessore Antonio Currao. “Ringrazio  i tecnici dell’Area metropolitana di Catania per esser intervenuti con celerità. Effettuare ogni anno una verifica della stabilità di tutti i solai non sarebbe sbagliato. L’incolumità dei docenti e studenti è più importante di qualsiasi altra cosa e gli studenti, come anche i docenti, devono avere la certezza di studiare o lavorare in ambienti sicuri”.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 10/11/2016
Titolo DIECI DITTE PER 16 LOTTI DELLA ZONA ARTIGIANALE
Testo
BRONTE – (10 novembre 2016) – Sono 10 le imprese che hanno partecipato al nuovo bando per l’aggiudicazione dei 16 lotti della zona artigianale di Bronte.
Il sindaco Graziano Calanna ha già costituito la commissione esaminatrice, che il 18 dovrebbe riunirsi per stilare la graduatoria.
“Abbiamo – ha affermato il dirigente dell’ufficio tecnico, ing. Salvatore Caudullo, già chiesto ad alcune delle ditte partecipanti eventuali documenti da integrare. Appena abbiamo tutto verificheremo l’idoneità dei richiedenti e stileremo la graduatoria, procedendo poi all’assegnazione”.
Per il sindaco, Graziano Calanna, l’assegnazione dei lotti non solo darà impulso all’economia della cittadina, creando posti di lavoro, ma chiuderà un iter burocratico particolarmente burrascoso. Il bando, infatti, era stato pubblicato nell’aprile del 2015 dalla precedente Amministrazione e vi avevano partecipato più di 20 ditte. Ma il sindaco Graziano Calanna, appena insediato, ha ritenuto di doverlo annullare. “Il vecchio bando – ci spiega - non prevedeva alcun divieto di collegamento fra i soggetti che si aggiudicano i lotti. Questo significava che un imprenditore poteva tranquillamente acquistarli tutti partecipando con società diverse, intestate magari a familiari. E questo per me non è giusto.  Un amministratore deve garantire i servizi pubblici ad un ventaglio più ampio possibile di cittadini, evitando ogni forma di monopolio. Di conseguenza – spiega - con il nuovo bando abbiamo fatto in modo di evitare questo rischio.
Il nuovo bando comunque ha permesso agli artigiani di richiedere più lotti. “Ma hanno dovuto dichiararlo ufficialmente – ha ribadito Calanna - e presentare il piano di impresa, specificando il numero di lavoratori che intendevano occupare. Ritengo, infatti, che non ci potrà essere sviluppo senza la creazione di nuovi posti di lavoro. Spero – conclude - che fra coloro che si aggiudicheranno i lotti ci siano tanti giovani e tanti brontesi. Il loro successo imprenditoriale sarà utile per la diffusione del benessere, a beneficio dell’intera collettività”.
 
L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 09/11/2016
Titolo ANCORA POLEMICHE POLITICHE A BRONTE
Testo
BRONTE – (9 novembre 2016) – Non si placa il dibattito politico a Bronte. Il consigliere comunale di Bronte, Antonio Leanza  in una nota ha contestato la replica del sindaco Graziano Calanna sottolineando di non essere “interessato ad alcun assessorato, che ha già rinunciato pubblicamente ad entrare in giunta a favore di Enza Meli sin dal ballottaggio”.
Ma Calanna aggiunge: “Ribadisco e ribadirò sempre quanto già detto. Gli accordi erano che Leanza doveva dimettersi a favore di un candidato della sua lista, non certamente con  Enza Meli. E questo di fronte a tantissimi testimoni. Spero che questa ulteriore spiegazione chiuda definitivamente la polemica”.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 08/11/2016
Titolo COMUNICATO SU QUERELLE POLITICA AL COMUNE DI BRONTE
Testo
Premessa
In un manifesto Bronte 2.0 – Liberi e forti e Pd Area riformista hanno puntato il dito contro l’attività amministrativa del sindaco, denunciando diversi problemi. A sostegno del primo cittadino è giunto il coordinatore del Megafono, Giuseppe Caudo, che ha criticato il manifesto, con il sindaco che ha dichiarato: “Mi criticano perche non li ho nominati in Giunta”.
A seguito di queste dichiarazioni i consiglieri comunali Antonio Leanza, Ernesto Di Francesco, Enza Meli e Gaetano Messina hanno chiesto a questo Ufficio stampa di inviare ai media questo documento che si inoltra così come è stato ricevuto, insieme alla risposta del Sindaco.
Saluti
Gaetano Guidotto

 
Data Comunicato 05/11/2016
Titolo RISTRUTTURAZIONE CHIESA DEL ROSARIO IN OTTIMO POSTO IN GRADUATORIA
Testo
BRONTE – (5 novembre 2016) – La notizia già annunciata nel giugno scorso è diventata ufficiale. La Regione siciliana ha emesso il decreto di finanziamento di 800 mila euro per ristrutturazione della chiesa del Rosario, collocando l’opera al  14’ posto della graduatoria generale fra quelle finanziate. Un posto di assoluto rilievo che significa finanziamento sicuro. Per questo oggi il sindaco di Bronte, Graziano Calanna, ha convocato una conferenza stampa per dare la buona notizia alla città.
“La Chiesa del Rosario – ha affermato il sindaco – è importante per Bronte. Purtroppo da circa 10 anni è chiusa perché pericolante.
In campagna elettorale abbiamo assunto l’impegno di far concludere presto iter di finanziamento per la ristrutturazione. Siamo contenti di aver compiuto questa missione”.
Ed alla conferenza, oltre ai media, hanno partecipato padre Vincenzo, parroco della chiesa Madonna del Riparo e padre Gianluca, parroco proprio della Chiesa del Rosario. Presenti il presidente del Consiglio comunale, Nino Galati, la Giunta e numerosi consiglieri comunali ed il dirigente dell’Ufficio tecnico, ing. Salvatore Caudullo.  
Con loro anche i progettisti, l’architetto Loredana Scaglione,  l’ingegnere Gaetano Messina e il geometra Salvatore Spadaro, che hanno fornito le informazioni sul progetto. “I lavori – ha affermato l’architetto Scaglione -  prevedono di irrobustire le strutture portanti. Si interverrà per rendere stabili pilasti, pavimenti e cupola. Non si interverrà sui fregi”. “I lavori renderanno la chiesa più sicura, - ha aggiunto l’ing. Messina - ma non possiamo dire che la renderanno antisismica al 100%. Per farlo avremmo avuto bisogno di ulteriori risorse. Diciamo che è antisismica al 47%”.
 
L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 04/11/2016
Titolo CONFERENZA STAMPA RESTAURO CHIESA ROSARIO
Testo
CONFERENZA STAMPA
  
La S.v. è invitata alla conferenza stampa che si terrà sabato 5 novembre 2016, alle ore 12,30,(comunque alla fine della Festa delle Forze Armate) nel Palazzo comunale di Bronte, sul finanziamento per la ristrutturazione della Chiesa del Rosario. Saranno presenti il sindaco, avv. Graziano Calanna, ed i progettisti.
Certo della Sua autorevole presenza, colgo l’occasione per porgere distinti saluti.
Bronte, 4 novembre 2016
 
L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto