AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità Progetto SISC
IL COMUNE

Ricerca

Ricerca Avanzata










Comunicati Stampa



Data Comunicato 30/03/2017
Titolo ATTO DI INDIRIZZO DEL CONSIGLIO PER LA ROTTAMAZIONE DELLE CARTELLE
Testo
BRONTE – (30 marzo 2017) – Il Consiglio comunale di Bronte, presieduto dal presidente Nino Galati ha approvato l’atto di indirizzo politico presentato dai consiglieri comune del gruppo consiliare “Bronte 2.0 – Liberi e forti”, Ernesto Di Francesco e Antonio Leanza.
I due consiglieri avevano chiesto all’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Graziano Calanna, di adottare il provvedimento del Governo nazionale sulla rottamazione delle cartelle esattoriali. In pratica gli utenti con questo provvedimento avrebbero avuto la possibilità di mettersi in regola, senza pagare sanzioni.
“In questo momento di grave difficoltà economica – ha affermato il capogruppo Di Francesco – il Comune ha il dovere di aiutare i contribuenti, non strangolarli con sanzioni in linea con quanto promosso dal Governo nazionale. Il Comune di Bronte, non poteva mancare ad un appuntamento promosso anche da altri Comuni, in particolare modo quello di Catania capoluogo delle nostra Città metropolitana. In questa maniera sia il Comune, sia il contribuente raggiungono i propri obbiettivi. Il primo riscuoterà dei crediti ormai vetusti, abbattendo i costi amministrativi e di contenzioso ed impinguando le casse comunali, mentre il secondo risparmierà sulle sanzioni”.
Durante la votazione il consigliere Samanta Longhitano si è astenuto: “Non sono contro il provvedimento. – ha affermato - Se lo fossi stata avrei votato contro, ma mi astengo nel rispetto dei tanti cittadini, e a Bronte sono fortunatamente la stragrande maggioranza, che hanno rispettato i termini di pagamento”.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 30/03/2017
Titolo LA PREFETTURA AFFRONTERA’ I PROBLEMI DELLA FRUIZIONE TURISTICA SULL’ETNA
Testo
BRONTE – (30 marzo 2017) – Alla fine i sindaci di Bronte, Maletto e Randazzo, assieme ai colleghi dei Comuni dell'Etna, hanno promesso di sottoscrivere il protocollo d’intesa richiesto dalla Prefettura di Catania per “migliorare e coordinare il sistema di Protezione Civile nell'intero cono del Vulcano. Lo hanno fatto, però, solo dopo che il vice prefetto, Rosaria Giuffrè, ha assicurato loro che il problema della fruizione sarebbe stato sicuramente trattato in un altro incontro.
Durante il vertice, infatti, i 3 sindaci hanno sostenuto la propria idea che non sarebbe stato possibile affrontare il problema della Protezione civile se non si aveva reale contezza di chi è per quale motivo percorre con automezzi la strada, a 3000 metri, che attraversa il proprio territorio, senza che i Comuni stessi ne siano a conoscenza o diano autorizzazione. Anzi  il sindaco di Maletto Salvatore Barbagiovanni, ha sottolineato: "Non si può parlare si sicurezza se non vi è assoluta legalità. Ed io sottopongo all'attenzione dei sindaci una nota del direttore del Parco dell'Etna che denuncia attività abusive nel nostro territorio nei pressi del cratere centrale. Il direttore del Parco denuncia - ha continuato - che qualcuno ha effettuato lavori ed è arrivato nei nostri territori con mezzi meccanici senza autorizzazione".
E l'assessore di Bronte, Antonio Currao, a nome del sindaco Graziano Calanna, ha rincarato la dose, affermando: "Pare che ci sia chi porti i turisti bel nostro territorio, senza autorizzazione". A momenti la discussione è diventata accesa con i sindaci di Castiglione e Linguaglossa che ai 3 colleghi hanno sottolineato come quello non era il tavolo per affrontare il problema della fruizione turistica.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 28/03/2017
Titolo ACOSET SEGNALA POSSIBILI DISSERVIZI IDRICI
Testo ACOSET SEGNALA POSSIBILI DISSERVIZI IDRICI 
 
L’Acoset informa che, martedì 28 marzo dalle 7.30 alle 19.30, verranno effettuati lavori di manutenzione nel pozzo di Ciapparazzo.
Di conseguenza potrebbero verificarsi disservizi nell’erogazione dell’acqua potabile.
Ci scusiamo per l’eventuale disagio.

IL SINDACO
Avv. Graziano Calanna
Data Comunicato 28/03/2017
Titolo INIZIA L’ITER PER STABILIZZARE 75 CONTRATTISTI
Testo
BRONTE – (28 marzo 2017) – Non solo sicurezza del lavoro fino al 2018, ma possibilità di essere impiegati a tempo indeterminato. Parte nel Comune di Bronte l’iter burocratico per tentare, negli anni, di stabilizzare tutti i precari.
E’ il messaggio che arriva dall’Amministrazione comunale di Bronte, guidata dal sindaco Graziano Calanna, ai precari storici dell’Ente locale.
Settantacinque contrattisti che ogni anno attendono notizie da Palermo per vedere i propri contratti prorogati o essere, ancora meglio, stabilizzati.
Da tempo è già di dominio pubblico che i loro contratti potranno essere prorogati per tutto il 2018, ma adesso verrà realmente verificata a Bronte la modalità di applicazione della legge regionale 27/2016 che prevede la stabilizzazione per tutti.
Il sindaco, infatti, alla luce della normativa approvata dal Governo regionale nello scorso dicembre sulle “Disposizioni in materia di autonomie locali e per la stabilizzazione del personale precario”, ha effettuato delle verifiche, arrivando alla fine a questa determinazione: “Il fine dell’articolo 3 della legge – afferma Graziano Calanna – è quello di superare l’utilizzo di personale a tempo determinato, nei limiti però del fabbisogno di personale e delle possibilità economiche dell’Ente, ampliando la capacità di assunzione per le stabilizzazioni e prevedendo una ripartizione del costo fra Comune e Regione per l’itera durata del rapporto di lavoro”.
Insomma, conti permettendo, la possibilità della stabilizzazione potrebbe non essere poi così remota. “Non intendo creare false illusioni, - ha concluso il sindaco Graziano Calanna – ma se esiste anche solo una piccola strada per stabilizzare i precari del Comune, io intendo percorrerla”.
Insomma si dovranno verificare le possibilità economiche dell’Ente, ma il fatto che nei prossimi anni numerosi dipendenti oggi al lavoro andranno in pensione, aumenta le speranze.
“Si andrà per gradi – aggiunge Calanna – inizieremo con i primi al più presto, poi si procederà a completare il programma di stabilizzazione. Io l’ho sempre detto fin dal primo giorno in cui mi sono insediato: il problema dei precari va affrontato e risolto in maniera definitiva per restituire loro quella serenità necessaria”.
Insomma sembra lontano il giugno dello scorso anno quando gli ex articolisti hanno scioperato per protestare a Palermo. “Sembra lontano – conclude Calanna – perché finalmente sono stati abbattuti i paletti giuridici che impedivano ai sindaci di stabilizzare i precari. Certo rimangono quelli economici, ma lavoreremo per superarli”.
Intanto fra i lavoratori trapela soddisfazione e fiducia. Tutti sperano che finalmente la loro condizione di precario della pubblica amministrazione si concluda presto.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 20/03/2017
Titolo BRONTE RICORDA LE VITTIME DELLE MAFIE
Testo
BRONTE – (20 marzo 2017) – La Città di Bronte, in collaborazione con  l’associazione “Libera”, celebra domani la “Giornata della Memoria e dell'Impegno” in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.
La celebra trasformando la villa comunale dedicata a Falcone e Borsellino, posta all’ingresso sud della cittadina, in un “luogo di speranza, testimone di bellezza”.
L’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Graziano Calanna, infatti, in collaborazione con le scuole brontesi ha fatto ridipingere le panchine della villa con i colori dell’associazione “Libera” e rivalorizzato il monumento dedicato ai 2 Giudici uccisi dalla mafia.
Sulle panchine gli studenti, inoltre, hanno anche scritto le frasi simbolo della lotta alla mafia, compreso lo slogan di questa giornata “luogo di speranza, testimone di bellezza”.
“L’Associazione Libera – ci spiega il sindaco Graziano Calanna – ci ha invitato a colorare le piazze o comunque un luogo della Città. Noi non potevamo che dedicare a questa giornata la nostra villa comunale”.
E nella villa, domani alle ore 12, esattamente come accadrà a Locri ed in altre 4000 piazze italiane, verranno letti i nomi delle vittime innocenti della mafia, alla presenza non solo del Sindaco, dell’Amministrazione comunale e del Consiglio comunale, ma anche delle Forze dell’Ordine e delle associazioni della città. Saranno presenti anche numerosi ospiti in rappresentanza di associazioni provinciali e regionali che da sempre si battono per diffondere un messaggio di legalità, contro ogni forma di mafia.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 16/03/2017
Titolo CONTO ALLA ROVESCIA PER ADERIRE A “HOME CARE PREMIUM”
Testo
BRONTE – (16 marzo 2017) – E’ corsa contro il tempo per le persone i dipendenti pubblici in servizio ed in pensione o per i loro familiari non autosufficienti. Hanno tempo fino al 30 marzo per aderire al progetto “Home care premium” edizione 2017, che  garantisce loro un contributo economico ed assistenza domiciliare gratuita.  
Il progetto è stato finanziato dall’Inps, ed il Comune di Bronte ha allestito uno sportello pubblico gestito da una equipe di assistenti sociali che, oltre a ricevere le domande, sono in grado di fornire le informazioni necessarie agli utenti.
 “Secondo i criteri stabiliti dall’Inps, – afferma il sindaco, Graziano Calanna – possono fare richiesta i dipendenti pubblici per se stessi, per i loro familiari ed affini di primo grado. Di conseguenza il coniuge, i figli, i genitori, ma anche suoceri, nuore e generi dei dipendenti pubblici possono usufruirne. Ma non solo – aggiunge – il servizio è rivolto ai soggetti legati da unione civile o ai conviventi, ed infine pure agli orfani dei dipendenti”.
Per il sindaco si tratta di un servizio fondamentale per garantire assistenza ed elevare i livelli di solidarietà sociale. “Restituisce sollievo a chi ha bisogno. – infatti aggiunge - Pensate che agli aventi diritto verranno assegnati dei fondi per l’assistenza, proporzionali al grado di non autosufficienza e del reddito del paziente. Due le tipologia di contributi cui si potrà accedere: o un contributo da parte dell’Inps diretto al beneficiario che così potrà sostenere l’assistenza fornita, oppure il pagamento di servizi, come per esempio il trasporto verso centri specializzati. Gli uffici del Comune – conclude - sono a disposizione per chiarire e risolvere ogni dubbio”.
E martedì 21 febbraio prossimo, alle ore 16, il sindaco ha già organizzato un convengo nella sala consiliare, dove l’equipe che gestisce lo sportello informativo potrà fornire ai possibili interessati tutti i possibili chiarimenti.   

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 10/03/2017
Titolo NUOVI FONDI PER IL SOCIALE
Testo
BRONTE – (9 marzo 2017) – Aiutare le famiglie in difficoltà, i diversamente abili e coloro che hanno bisogno di cure che non possono trovare in Sicilia. Con questo spirito l’Amministrazione comunale di Bronte ha approvato in Giunta la suddivisione dei 359 mila euro che la Regione siciliana ha stanziato a favore dei servizi sociali dell’ intero Distretto sanitario di Bronte, composto anche dai sindaci di Maletto, Maniace e Randazzo.
Si tratta di una integrazione alle somme che solitamente la Regione garantiva ogni anno, somme che più o meno si aggiravano intorno ai 200 mila euro.
Riconoscendo che effettivamente le risorse garantite erano realmente esigue però, Palermo ha voluto impinguarle, con l’obbiettivo di rafforzare i piani di zona dei Comuni e dare loro l’opportunità di garantire un’offerta di servizi ed interventi più ampia, più articolata ed appropriata.
Ed i sindaci dei Comuni del Distretto di Bronte hanno subito approfittato dell’iniziativa, individuando le priorità di intervento.
“Per distribuire adeguatamente i fondi che abbiamo ottenuto – ha affermato il sindaco di Bronte, Graziano Calanna - abbiamo effettuato attente analisi sui reali bisogni della collettività e le difficoltà che spesso la gente incontra. Solo dopo abbiamo rimodulato il Piano di Zona, potenziando i servizi che insieme anche con gli altri sindaci abbiamo ritenuto necessari”.
Alla fine nel dettaglio ecco come sono state distribuite le somme.
Assistenza domiciliare anziani €. 113,453,85. Socializzazione anziani €. 15,000. Assistenza domiciliare portatori di handicap €. 54,116. Affidamento familiare, €. 14,400. Assistenza economica, €. 81,428. Integrazione disabili, €. 5,000. Trasporto soggetti bisognosi di cure terapeutiche presso i Centri Sanitari Specializzati €. 13,000. Igiene e Cura Degli Alunni con disabilità che frequentano le scuole dell'obbligo €. 44,200. Stage in azienda €.19,200.
“I numeri – conclude il sindaco Graziano Calanna – investiti lo scorso anno dimostrano la nostra attenzione verso i più deboli e verso chi ha bisogno. Una comunità vera, infatti, non può permettersi di lasciare indietro qualcuno”.
 
L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 10/03/2017
Titolo DOPO L’AUDIZIONE IN 6’ COMMISSIONE SULL’OSPEDALE
Testo
BRONTE – (10 marzo 2017) – Il consigliere Gaetano Messina, capogruppo del Pd, con riferimento all'audizione in 6^ Commissione avvenuta presso l'Assemblea regionale ieri per discutere dei problemi dell’Ospedale di Bronte, dichiara:
“Apprezzo lo sforzo, il tenore, gli approfondimenti trattati e le rassicurazioni generali date ai rappresentanti del territorio, dalla deputazione e dal Direttore generale dell'Asp, ciononostante ritengo ancora molto ambigue e non puntuali le risposte sulla visione del futuro dell'ospedale di Bronte anche alla luce e in relazione a quanto, di fatto, viene disposto dai manager, circa tempi, natura ed entità dei lavori ancora da eseguire, necessari per restituire dignità e funzionalità ai servizi ai cittadini di tutto il comprensorio".

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto