AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità Progetto SISC
Ricerca

Ricerca Avanzata










Comunicati Stampa



Data Comunicato 19/11/2019
Titolo STRADA FRA LA SS 284 E LA ZONA ARTIGIANALE DI BRONTE: CALANNA OTTIENE LA SOLIDARIETA’ DALLA COMMISSIONE BILANCIO
Testo
BRONTE – (19 novembre 2019) – Il sindaco di Bronte, avv. Graziano Calanna, ricevuto in audizione della Commissione Bilancio dell’Assemblea Regionale Siciliana a seguito della proposta di taglio di 3 milioni e 400 mila euro dei fondi per realizzare la strada di collegamento fra la Ss 284 e la zona  artigianale di Bronte, ottiene la solidarietà della Commissione, convinta dell’importanza dell’opera.
Inoltre i componenti della stessa Commissione, insieme con il sindaco di Bronte, condividono l’idea che l’iter burocratico adottato dall’Assessorato per le Infrastrutture per questa procedura sia viziato da errori, in quando la Commissione Bilancio non è stata preventivamente interpellata.
“Esattamente. – afferma Graziano Calanna subito dopo l’audizione – In verità avevamo già avuto il sospetto che l’iter seguito dal governo fosse errato. Sospetto che a quanto pare non è solo nostro. Ringrazio la Commissione Bilancio per avermi ascoltato e per aver condiviso insieme con me e l’intero territorio del versante nord dell’Etna che la realizzazione di questa strada non può subire intoppi”.
Ed a ricevere il sindaco di Bronte in Commissione è stato direttamente il presidente, on. Riccardo Savona, insieme con diversi deputati regionali.
Con loro anche l’on. Anthony Barbagallo che ha accompagnato il sindaco e, con un deciso intervento, ha sottolineato l’importanza di questa strada nella rete viaria del territorio.
“Il finanziamento è stato ritirato con una procedura illegittima. – ha detto Barbagallo - La commissione sta lavorando ad una risoluzione per chiedere di porre rimedio a questo “scippo”. È inaccettabile che il governo Musumeci stia sistematicamente “smontando” gli interventi già inseriti nelle opere dal Patto per il Sud, dirottando le somme in altri territori in base a scelte puramente politiche”.
Assente l’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone, perché impegnato in un altro incontro: “E mi è certamente dispiaciuto non potermi confrontare con l’assessore Falcone. – ha aggiunto il sindaco Calanna – Io sono venuto da Bronte per essere ascoltato dalla Commissione, ma anche per ascoltare l’assessore Falcone. Purtroppo non è stato possibile. Adesso, – conclude – visto che il sospetto che l’iter procedurale del taglio delle somme sia viziato ha buone possibilità di essere fondato, non siamo più nella fase delle scelte politiche, ma è arrivato il momento di rivolgersi alle autorità competenti per non vedere negato il sacrosanto diritto dei miei concittadini di avere una viabilità migliore”.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 18/11/2019
Titolo CALANNA DOMANI IN AUDIZIONE IN COMMISSIONE BILANCIO
Testo
BRONTE – (18 novembre 2019) – Il taglio di 3 milioni e 400 mila euro dei fondi per realizzare la strada di collegamento fra la Ss 284 e la zona  artigianale di Bronte, proposto dall’Assessorato per le Infrastrutture, arriva sui tavoli dell’Assemblea regionale. 
Il presidente della Commissione Bilancio della Regione siciliana, Riccardo Savona, ha risposto alla richiesta del sindaco di Bronte, avv. Graziano Calanna, di essere ascoltato. Il primo cittadino di Bronte, infatti, sarà ricevuto in audizione a Palermo domattina alle ore 11.
“Vado per rappresentare l’intero territorio del versante nord dell’Etna. – ci spiega il sindaco Graziano Calanna – già penalizzato da una mobilità lenta ed anacronistica. Tutta Bronte, ma anche i Comuni del versante nord dell’Etna, considerano un scippo il taglio dei fondi per realizzare la strada. Da una Regione che dichiara di essere amica ci aspettavamo che colmasse le eventuali lacune al progetto che non ho certo creato io e che completasse il finanziamento.
Invece – conclude – apprendiamo che i fondi finanziati con il Patto per il sud, frutto delle nostre richieste e dell’impegno dell’on. Anthony Barbagallo, viene vanificato con troppa facilità”.
Per questa strada erano stati impegnati 13.400.000 euro. Con il taglio ne sono rimasti 10.
“Questa strada – conclude Calanna – è stata pensata e progettata decenni fa. Ma quando io mi sono insediato era “definanziata”. Ritenendola importante, abbiamo fatto il possibile per farla rifinanziare. Non posso credere - conclude - che questo finanziamento ci venga sottratto così”.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 15/11/2019
Titolo DURANTE LA NOTTE GIU’ L’INTONACO DAL SOFFITTO DELL’UFFICIO TECNICO DEL COMUNE
Testo
BRONTE – (15 novembre 2019) – Gli  impiegati dell’Ufficio tecnico del Comune di Bronte questa mattina recandosi al lavoro in Ufficio hanno trovato un brutta sorpresa.
Dal soffitto del corridoio al secondo piano del Palazzo municipale di via Arcangelo Spedalieri si era staccato una grossa lastra di intonaco.
Circa 2 metri quadrati di intonaco spessa 2 centimetri che all’improvviso e senza apparente motivo si è staccato dal soffitto ed è rovinata sul pavimento andando in frantumi.
Senza apparente motivo perché i controlli disposti immediatamente dal responsabile dell’Ufficio tecnico, ing. Salvatore Caudullo, non hanno individuato alcune infiltrazione d’acqua che potesse far presagire un ammaliamento del soffitto e la caduta dell’intonaco.
Anche per questo immediatamente è stato disposto un approfondito controllo della stabilità dei soffitti dell’intero Palazzo municipale.
“Fortunatamente – ci dice l’ingegnere Caudullo – il distacco è avvenuto durante la notte. Quel corridoio lo percorriamo tutti decine di volte al giorno. Effettuati i controlli nell’intero edificio comunale, che ci hanno permesso di stabilire come nel resto dell’edificio i solai sono solidi, attraverso una somma urgenza, abbiamo provveduto a far effettuare ad un ditta gli intervenuti necessari per ripristinare la sicurezza nel corridoio del secondo piano”.
Intanto si cerca di capire cosa possa aver provocato il crollo di un intonaco asciutto. Si ipotizza che per motivi che potrebbero essere diversi, sollecitazioni derivanti da sbalzi termici o anche micro movimenti dell’edificio, nel tempo si sia formata una intercapedine d’ara fra il solaio e l’intonaco sottostante provocando il crollo.
“E dire – ci dice il sindaco Graziano Calanna – che abbiamo ottenuto un finanziamento di circa 800 mila euro per adeguare il Palazzo comunale dal punto di vista energetico, che prevede, con la sostituzione dell’impianto elettrico, la realizzazione di opportuni controsoffitti. Siamo in attesa che termini l’iter burocratico per pubblicare la gara d’appalto dei lavori. Quanto accaduto ci fa capire che concentrare la nostra attenzione sulla sicurezza degli edifici pubblici è stata una scelta azzeccata.  In questi anni, infatti, abbiamo ottenuto diversi finanziamenti per mettere in sicurezza scuole ed edifici pubblici. Molti lavori sono stati realizzati, altri sono in fase di completamento, ed alcuni come questo attendiamo, con trepidante attesa, il completamento dell’iter. Fortunatamente il distacco dell’intonaco è avvenuto durante la notte, altrimenti qualcuno si sarebbe anche potuto anche far male”.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 13/11/2019
Titolo LE VARIAZIONI DI BILANCIO ANIMANO IL DIBATTITO POLITICO
Testo
BRONTE – (13 novembre 2019) – Le recenti variazioni di bilancio per circa un milione e 300 mila euro approvate dal Consiglio alimentano il dibattito politico.
I consiglieri Carlo Maria Castiglione, Massimo Castiglione, Maria De Luca, Angelica Prestianni e Salvatore Calamucci sottolineano l’importanza dell’opposizione nella votazione: “In riferimento – spiegano infatti in una nota - al comunicato stampa pubblicato in data 6 novembre in cui si annuncia lo stanziamento di 1.300.000 euro in favore della costruzione di opere pubbliche, i gruppi Bronte Viva e Noi Bronte precisano che la mera volontà dell’Amministrazione Comunale sarebbe stata ininfluente se la minoranza consiliare non avesse condotto in porto la manovra, comunque sensibilmente diversa da quella comunicata.
Le citate variazioni di bilancio, come il bilancio di previsione 2019 in precedenza, sono stati emendati e votati dalla minoranza all’unisono, decisiva nel raggiungimento dei cruciali 11 voti, ossia dell’approvazione.
Come si evince da gran parte dei verbali di Consiglio Comunale degli ultimi 4 anni circa, la compagine che ha vinto le elezioni comunali nel 2015 non ha quasi mai avuto i numeri necessari a governare il paese, che è stato totalmente abbandonato.
Le poche impronte di questa sindacatura, sono state lasciate grazie all’impegno della minoranza consiliare che non ha mai smesso di lavorare per Bronte, avendo emendato ogni singolo schema di bilancio presentato dall’Amministrazione, in ultimo la variazione di bilancio 2019 in cui sono state proposte somme a favore delle scuole del paese e sostenuti gli interventi di manutenzione di arterie fondamentali quali Viale Regina Margherita o Via Baracca.
Sarebbe dunque positivo se piuttosto che rilasciare proclami a mezzo stampa, l’Amministrazione si prodigasse maggiormente per Bronte e per i brontesi”.
In proposito i capigruppo di maggioranza Samanta Longhitano, Angelica Catania, Ausilia Savoca e Gaetano Messina replicano: “Premesso che il ruolo ed il dovere del consigliere comunale non è quello di valutare in base all’appartenenza politica, ma lavorare esclusivamente per il bene del paese, approvando tutte le iniziative positive per la Comunità. Ci domandiamo: come avrebbero potuto bocciare una proposta dell’Amministrazione che investe ben un milione e 300 mila euro in iniziative utili per la Città ed i Cittadini?
Non è vero che tutti i consiglieri di opposizione hanno sempre votato il bilancio. Spesso, infatti, abbiamo assistito a votazioni strumentali.   
La verità è che l’opposizione, approvando le variazioni proposte dall’Amministrazione comunale, non ha fatto nient’altro che il proprio dovere, nel rispetto degli interessi dei Cittadini Brontesi. Noi siamo contenti perché vuol dire che hanno valutato positivamente e condiviso pienamente la programmazione proposta dall'Amministrazione Calanna, anche se, d’altro canto, questa votazione ci ha stupito, perché gran parte della minoranza ha sempre pensato di bloccare tutto. Forse in prossimità delle elezioni cercano di mettere il cappello su tutto il lavoro dell’Amministrazione”.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 12/11/2019
Titolo LA REGIONE PROPONE DI RITIRARE 3,4 MILIONI DELLA NUOVA CIRCONVALLAZIONE
Testo
BRONTE – (12 NOVEMBRE 2019) – “Una proposta di taglio enorme. Un danno per l’economia del territorio incalcolabile che, nel caso in cui venga attuato e colmato, si ripercuoterà per anni nella viabilità del versante nord ovest dell’Etna”.
Sono le parole del sindaco di Bronte Graziano Calanna alla notizia che 3 milioni e 400 mila euro dei fondi per realizzare la strada di collegamento fra la Ss 284, ben oltre l’uscita sud del paese, con il viale Kennedy e la zona  artigianale sono stati stralciati.
“Io non posso credere – continua il sindaco – che l’assessore Marco Falcone di Forza Italia, che si è sempre dichiarato amico d Bronte e dei brontesi, invece di aiutarci a risolvere un problema tecnico utile a proseguire l’iter di questa strada finanziandoci i mancanti 800 mila euro, che il bilancio di un Comune come Bronte non potrebbe mai permettersi, abbia deciso così. L’Assessore, infatti, sa bene quanto questa nuova strada sia importante.
I Brontesi – ribadisce il sindaco -  non posso accettarlo. Per questo ho scritto al presidente della Commissione Bilancio della Regione siciliana, Riccardo Savona, anch’egli di Forza Italia, chiedendo di essere adito. La Commissione dovrà ascoltarci. – conclude - Il taglio delle somme già finanziate rischia di compromettere la realizzazione dell’opera in un territorio che, con grande fatica, cerca riscatto dal punto di vista della mobilità”.
La strada che è stata progettata, infatti, per Bronte è una perfetta circonvallazione. Lunga quasi 3 chilometri snellirebbe non poco il traffico a vantaggio dell’intero territorio.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 06/11/2019
Titolo TORNANO A BRONTE LE LEZIONI SULLA RACCOLTA DIFFERENZIATA
Testo
BRONTE – (6 NOVEMBRE 2019) – Aristotele diceva: “Noi siamo quello che facciamo ripetutamente. Perciò l’eccellenza non è un’azione, ma un’abitudine”.
Il Comune di Bronte prende alla lettera gli insegnamenti del filosofo greco e ripete la campagna di informazione e formazione in tutte le scuole di Bronte, affinché la raccolta differenziata non sia un’azione, ma diventi un abitudine.
Per questo il sindaco Graziano Calanna e l’assessore Chetti Liuzzo, assieme al geometra Francesco Messineo del Comune e la Caruter (la società che per conto del Comune effettua al raccolta dei rifiuti) hanno organizzato una serie di incontri nelle scuole, ripetendo le lezioni effettuate nel 2017 sulla raccolta differenziata. “Diciamo che fino ad oggi siamo stati bravi – ha affermato l’assessore Chetti Liuzzo alle V classi del Liceo scientifico – ma dovremo migliorare. Noi adulti impariamo quando voi protestate al fianco di Greta. Ma al fianco di Greta bisogna restare ogni giorno, ed ogni giorno osservare le giuste pratiche per rispettare l’ambiente”.
“Il fatto – ha aggiunto il sindaco Graziano Calanna – che in breve tempo abbiamo raggiunto il 62% di raccolta differenziata deve inorgoglirci. Esiste però quasi un 40% che ancora deve abituarsi per far si che non solo si contribuisca alla salvaguardia dell’ambiente, ma si possano creare le condizioni per risparmiare in bolletta. Siate – ha esortato il sindaco - portavoce nei confronti degli adulti, affinché a Bronte l’indice di differenziata possa crescere ancora”.
Poi le lezioni, che hanno spiegato il servizio di raccolta, che è sempre porta a porta, gli orari di conferimento, il calendario di raccolta, i colori dei contenitori e cosa metterci dentro.
“I ragazzi – conclude Calanna –rappresentano il futuro. Ripetere le lezioni è utile, affinché differenziare diventi un’abitudine”.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 06/11/2019
Titolo UN MILIONE E 300 MILA EURO PER TANTE OPERE PUBBLICHE
Testo
BRONTE – (6 NOVEMBRE 2019) – Il Consiglio comunale di Bronte ha approvato variazioni di bilancio per più di un milione 300 mila euro.
Con questi fondi l’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Graziano Calanna, intende realizzare una serie di interventi volti allo sviluppo della cittadina.
“Si tratta – afferma il sindaco Graziano Calanna - principalmente di opere pubbliche che dovranno andare in gara entro la fine dell’anno.
Fra le opere più importanti possiamo citare il completamento del Parco Urbano di via Cavalieri di Vittorio Veneto, la manutenzione in tutti gli edifici scolastici di Bronte e la realizzazione o  sostituzione della segnaletica orizzontale e verticale nelle strade.  Abbiamo previsto somme anche per realizzare l’asfalto in quelle strade che l’Ufficio tecnico ha segnalato perché il manto è particolarmente rovinato”.
Ma non solo. Con queste variazioni di bilancio entro la fine dell’anno il sindaco intende pubblicare la gara per i lavori di manutenzione nella rete fognaria: “Interventi importanti per la Città. – infatti aggiunge – Completeremo i lavori nell’area mercatale di via Pergolesi dove finalmente verrà tolto l’amianto che si trova negli immobili adiacenti”. Il sindaco spiega che togliere l’amianto non toccherebbe al Comune, bensì ai proprietari degli immobili e dall’Iacp, ma, dopo una sere di passaggi burocratici particolarmente lunghi, il Comune ha deciso di intervenire in via sostitutiva.
“Con queste variazioni di bilancio – conclude il sindaco - realizzeremo tante altre opere pubbliche compreso la messa a norma dell’elisuperfice che adesso, dopo una serie di perizie, sappiamo che per essere funzionante ha bisogno di lavori per circa 95 mila euro, non certo i 10 mila che qualcuno immaginava. Somme che la Città metropolitana ci restituirà”. Fra le variazioni anche 90 mila euro per illuminazione pubblica ecosostenibile e 50 mila euro per un parco giochi “inclusivi” nel quartiere alla fine di via Matteo Selvaggi.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto