AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità Progetto SISC
Ricerca

Ricerca Avanzata










Comunicati Stampa



Data Comunicato 28/08/2019
Titolo “TROPPI INCIDENTI SULLA SS 284”
Testo
BRONTE – (28 agosto 2019) – Troppi incidenti nel tratto Bronte – Maletto della Ss 284.
Quello mortale verificatosi il 23 agosto scorso è solo l’ultimo di una lunga serie.
Per questo il sindaco di Bronte, Graziano Calanna, ha deciso di intervenire.
Ha telefonato ai colleghi di Randazzo e Maletto e poi ha scritto una lettera ai vertici dell’Anas. A loro ha chiesto di partecipare ad un incontro che ha fissato per giovedì 12 settembre nella sala della Giunta del Comune di Bronte. L’argomento da affrontare è uno solo: la sicurezza nel tratto di Strada statale 284 nel tratto fra Bronte ed il bivio per Maletto.
“Non possiamo certo rimanere a guardare. – ci dice – Mi sono sentito con i colleghi di Randazzo, Francesco Sgroi e Maletto, Pippo De Luca che ringrazio: nessuno di noi ha titubato un attimo ed abbiamo deciso di chiedere all’Anas un incontro per verificare quali possano essere i provvedimenti da adottare affinché quella strada diventi più sicura”.
Qualcuno sostiene che le carreggiate del rettilineo di contrada Difesa dovrebbero essere “separate” da un guard rail leggero: “Potrebbe essere una ipotesi, – conclude Graziano Calanna – ma lasciamo alla sicura competenza dell’Anas la scelta tecnica migliore. Noi sindaci – conclude - chiediamo soltanto che il transito su questa importantissima Strada statale risponda alle esigenze della mobilità ed ai criteri di sicurezza”.     
     
L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 23/08/2019
Titolo IL SINDACO DI BRONTE CALANNA SUL DOLCE “MAFIOSI AL PISTACCHIO”: “LA MAFIA NON E’ UN BRAND”
Testo
BRONTE – Il sindaco di Bronte, Graziano Calanna, interviene a difesa del buon nome della sua Citta che si identifica nel “Pistacchio verde di Bronte dop”, dopo aver letto la notizia che un pasticcere taorminese ha deciso di chiamare alcuni suoi prodotti “mafiosi al pistacchio” e “cosa nostra alle mandorle”.
“La mafia – afferma Graziano Calanna - non può essere un "brand", ne tanto meno il nome di un prodotto tipico o di un dolce. Tutta Bronte condanna l’idea del pasticcere taorminese di chiamare dei dolci in vendita “mafiosi al pistacchio” e “cosa nostra alle mandorle”. Il pistacchio e le mandorle sono prodotti tipici di eccellenza della nostra terra, frutto del sudore e della fatica di tanti uomini onesti che, con il loro agire quotidiano, combattono e si pongono in netto contrasto con la mafia.
Bronte condanna non solo l’accostamento, sicuramente poco appropriato, di cattivo gusto e penalizzante per l’immagine del pistacchio e della mandorla, ma condanna in generale l’utilizzo della mafia come brand per tentare di ricavare dai turisti qualche soldino in più.
Ringrazio il sindaco di Taormina, Mario Bolognari, per essere intervenuto duramente.
Mi auguro che riesca a convincere il pasticcere della sua comunità che in Sicilia vi sono altri “brand”, di sicuro valore, su cui vale la pena puntare per valorizzare i propri prodotti".

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 21/08/2019
Titolo BRONTE PRIMO IN SICILIA PER I FINANZIAMENTI SULL’EFFICIENTAMENTO ENERGETICO
Testo
BRONTE – (21 agosto 2019) – La Regione siciliana pubblica la graduatoria dei Comuni siciliani che, attraverso i progetti presentati nell’ambito dell’efficientamento energetico sono riusciti ad ottenere i maggiori finanziamenti, e Bronte si piazza la primo posto.
Su quattro progetti presentati, infatti, la Città del pistacchio e della cultura ha ottenuto finanziamenti per 5 milioni e 422 mila euro, battendo Erice (giunta al secondo posto con finanziamenti per 5 milioni di euro), e Marsala, giunta terza con 4 milioni e 165 mila euro. Per trovare la prima città della provincia di Catania dopo Bronte, bisogna scorrere la graduatoria fino al sesto posto, dove troviamo Misterbianco con 3 milioni e 695 mila euro di finanziamenti.
“Un risultato eccezionale – commenta il sindaco di Bronte, Graziano Calanna – che pone Bronte fra i migliori Comuni della Sicilia. Un successo che questa Amministrazione condivide con il gruppo di progettazione costituito da giovani professionisti brontesi e con gli uffici del Comune. Noi partecipiamo a tutti i bandi pubblicati con le risorse europee e grazie alla bravura di validi professioni, che seguono alla lettera le indicazioni dell’Amministrazione, fino ad oggi siamo riusciti ad ottenere numerosi finanziamenti.
I progetti sull’efficientamento energetico – continua il sindaco - sono solo un esempio e la classifica regionale è il giusto premio a mesi e mesi di lavoro svolto nell’esclusivo interesse di Bronte e dei cittadini.
I 4 progetti finanziati a Bronte, infatti, - continua - presto si trasformeranno in altrettanti cantieri e quindi in opportunità di lavoro per le imprese e operai. Non solo – conclude - produrranno un risparmio sulla bolletta energetica del Comune di circa 250.000 euro l’anno”.
Ed i progetti presentati e finanziati guardano realmente a futuro, immaginando una città in grado di consumare meno energia grazie all'ammodernamento dei quadri elettrici esistenti, l'installazione di sistemi di telecontrollo, la sostituzione di alcuni impianti e delle lampade a led dotate di sensori che si accendono al passaggio di veicoli o pedoni. Inoltre la sostituzione delle lanterne artistiche con altre di pari bellezza ma in grado di utilizzare lampade a risparmio energetico. Ma non solo: si punta alla promozione dell’eco-efficienza, per una Bronte “smart” ed al passo con i tempi.      

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 11/08/2019
Titolo INAUGURATA L’AREA LUDICA NEL PARCO DI VIA CAVALIERI DI VITTORIO VENETO
Testo
BRONTE – (11 agosto 2019) – A stento ed in trepidante attesa, hanno aspettato che padre Antonino Modica benedicesse i luoghi e che il sindaco, Graziano Calanna, tagliasse il nastro inaugurale.
Poi per le decine e decine di bambini, che sono accorsi all’inaugurazione del grande parco giochi del parco di via Vittorio Veneto, è arrivato il momento di sbizzarrirsi e di impadronirsi con gioia ed allegrai non solo del grande gioco a sei torri che domina il parco, ma di tutte le altalene ed i giochini che hanno reso il più grande polmone verde di Bronte a misura dei più piccoli e quella che fino ad oggi era per antonomasia è la città del pistacchio e della cultura, anche dei bambini.
Già, perché le cronache sono piene di Comuni dove i parchi gioco per i piccoli sono abbandonati o dove non ci sono a causa della crisi economica. Bronte invece, in controtendenza, si distingue per aver pensato ai più piccoli e quindi anche alle famiglie, che adesso hanno un luogo bello, verde e sicuro dove far divertire in assoluta sicurezza i propri figli.
“Pochi in verità – ha raccontato il sindaco Graziano Calanna durante l’inaugurazione – sanno da dove nasce l’idea di questo grande parco giochi. Appena eletto ho ricevuto la visita di una scolaresca. Era una quarta elementare. In quell’occasione i bambini mi chiesero di realizzare in questo parco un’area tutta per loro. Mi hanno consegnato anche dei disegni che raffiguravano già un gioco cosi grande e bello propri qui, un gioco  pieno di scivoli, altalene ed attrezzi per arrampicarsi ed esplorare. Abbiamo fatto il possibile per realizzarlo”.
E che il momento per Bronte fosse importante lo dimostra la partecipazione di tante gente, la presenza della Giunta, di alcuni consiglieri comunali e del comandante del Comando stazione carabinieri di Bronte, Giuseppe Cunsolo.
“Ancora manca qualche dettaglio, – ha continuato il sindaco – ma è adesso, in piena estate, che un parco come questo va inaugurato”. Poi il sindaco ha ricordato che il parco di via Vittorio Veneto ospiterà anche un percorso salute per gli adulti, che presto potrà essere raggiunto anche da via Umberto e che l’intera area è videosorvegliata a garanzia della sicurezza dei più piccoli e contro gli atti vandalici. L’inaugurazione di questo grande parco giochi fa parte di un progetto ben più ampio che ha visto realizzare aree ludiche piene di scivoli ed altalene anche in via Rosario Livatino nel quartiere Borgonuovo ed in piazza Saitta in contrada Sciarotta.
“Ma non solo – conclude Graziano Calanna – presto ristruttureremo anche il parco giochi di piazza Aldo Moro. L’impegno per i bambini continua”.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 09/08/2019
Titolo DOMANI SI INAUGURANO I NUOVI PARCHI GIOCO
Testo
BRONTE – (9 agosto 2019) – Da domani Bronte, oltre che del pistacchio e della cultura, potrà definirsi anche la Città dei bambini.
Il sindaco Graziano Calanna, insieme con la sua Giunta, alle ore 18.30, nel parco di via Cavalieri di Vittorio Veneto, inaugurerà il nuovo parco giochi e contemporaneamente consentirà l’accesso ai bimbi negli altri due nuovi parchi gioco di via Rosario Livatino nel quartiere Borgonuovo  e piazza Saitta in contrada Sciarotta.
“Il grande momento è arrivato. – afferma il sindaco – Non vediamo l’ora di vedere i bambini affollare il grande gioco a 6 torri del Parco di via Cavalieri di Vittorio Veneto che è fra i più grandi della Provincia di Catania e non vediamo l’ora di vedere i brontesi vivere questo parco, cui presto non si potrà entrare più solo dalla Circonvallazione, ma anche dal centro storico, ovvero da via Milano”.
Una inaugurazione che sa di gioia in tutta la città, sia al centro e sia in periferia. Il parco di giochi di via Livatino, infatti, è nella zona alta, mentre quello di piazza Saitta nella parte bassa della cittadina.   
  
L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto

Data Comunicato 08/08/2019
Titolo FIRMATA CONVENZIONE PER L’AMPLIAMENTO DEL CIMITERO
Testo
BRONTE – (8 agosto 2019) – Firmato il contratto che permetterà al Comune di far realizzare ben 992 loculi e 26 ossari nel cimitero di Bronte. A realizzare e gestire i loculi per 8 anni sarà l’impresa che ha proposto e si è aggiudicata la gara del project financing di ampliamento del cimitero.
Il contratto prevede che, oltre ai loculi, l’impresa provveda anche a realizzare le opere di urbanizzazione della nuova edificazione e della parte già costruita dell’area di ampliamento cimiteriale e che venda ogni loculo alla cifra concordata di 2470 euro.   
Presente alla firma, oltre all’impresa, il sindaco Graziano Calanna, il vice sindaco Gaetano Messina e l’assessore Giuseppe Di Mulo. Con loro l’ing. Salvatore Caudullo, responsabile dell’Uffiico tecnico ed il segretario comunale Giuseppe Bartorilla, presidente della commissione di gara che ha precisato: “La Commissione esaminatrice, nel redigere la convenzione da sottoscrivere, ha escluso ogni possibile nuova condizione, riportando i contenuti del contratto nel pieno rispetto della volontà del Consiglio comunale”.
Inoltre durante la firma della convenzione è stato specificato che questa oltre a dare immediata risposta alla domanda di posti ad un prezzo sostenibile, permette al Comune di procedere, eventualmente, ad altri affidamenti o concessioni nella rimanete parte dell’ampliamento del cimitero. L’impresa, infatti, avrà solo diritti nella ristretta parte del cimitero in cui dovrà costruire i loculi.
“Un risultato – conclude il sindaco Graziano Calanna – raggiunto nella massima trasparenza e legalità, nell’esclusivo interesse dei brontesi. Gli atti, a disposizione di chiunque, lo dimostrano”.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Data Comunicato 08/08/2019
Titolo I COSTI DEI LOCULI COSTRUITI CON IL PROJECT FINANCING
Testo