AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità Progetto SISC

CINE TEATRO COMUNALE

Il Cine Teatro Comunale di piazza Spedalieri per i brontesi non e' soltanto un luogo di semplice occasione di divertimento e di evasione dalla quotidianita', ma piuttosto il luogo dove la 'polis' si riunisce per celebrare eventi e per organizzare concerti o manifestazioni dal grande contenuto sociale e culturale. 

La storia di questo 'tempio della cultura' si puo' ricostruire grazie alle testimonianze degli storici brontesi Benedetto Radice e Gesualdo De Luca, preziosamente conservate e messe a disposizione nel sito www.bronteinsieme.it. 
Ed e' grazie a loro, ed all'analisi storica effettuata insieme con Nino Liuzzo, cofondatore del sito, che abbiamo ricostruito parte della storia del Cine Teatro comunale di Bronte. 
Dell'attenzione che i brontesi di un tempo riservavano per l'arte teatrale ne e' testimone Gesualdo De Luca nell'opera 'Storia della Citta' di Bronte', finita di scrivere nel 1883: 'L'attuale Bronte, si legge, ebbe il teatro sin dall'epoca della riunione dei casali, in fondo del paese sopra lo Schiccitto, che ancora appellasi il teatro vecchio. Poi l'ebbe in pie' del Collegio del Ven. Capizzi, e consta da lettere di lui. In fine fu costrutto, ove trovasi, nel largo del monastero di S. Scolastica'.

Ed il largo del monastero di S. Scolastica e' esattamente piazza Spedalieri, chiamata anche piazza Badia.
Una data di quando iniziarono i lavori di costruzione del nuovo teatro la apprendiamo, invece, da le 'Memorie storiche di Bronte' di Benedetto Radice, dove lo storico scrive che agli inizi del XIX secolo fu edificato un teatro piu' grande di quello precedente 'al piano della Badia, nel fondaco del chierico Pietro Saitta, avuto in enfiteusi. Il teatro ha 3 ordini di palchi con 32 logge'. 
Lo stesso Radice ci racconta come nel 1860, in occasione dei famosi 'Fatti di Bronte', il teatro, assieme all'archivio comunale, fu bruciato dai contadini in rivolta. Altre testimonianze poi ci indicano il nome di Antonino Cimbali come il sindaco che, dopo il 1862, lo ristrutturo'. 
Il resto della storia del Cine teatro comunale di Bronte cui siamo venuti a conoscenza e' relativamente recente. 
Dopo lunghi anni di lavori e di peripezie (il primo appalto risale al 1987) il teatro e' stato ristrutturato dall'architetto Luigi Longhitano e nel gennaio del 2001 e' stato inaugurato. Di quello antico e' rimasto ben poco. Il vecchio edificio, infatti, e' stato totalmente abbattuto, ed anche l'antico ed imponente portale in pietra lavica, che caratterizzava l'ingresso, e' stato smontato. Fortunatamente pero' non e' andato perduto e nel 2009, in occasione della ristrutturazione della piazza Spedalieri, e' tornato nella centralissima piazza, sistemato in posizione centrale al fianco del monumento ai Caduti.
Oggi il Cine teatro ha una capienza di 230 posti, di cui 110 in platea e 120 nei tre ordini di palchi. 
Ospita rappresentazioni teatrali e cinematografiche, ed e' sede di importanti concerti e convegni culturali e sociali.
Certamente e' uno dei beni pubblici piu' importanti della cittadina. (G.Guidotto)


teatro interno 1  interno 2  esterno 2

teatro_epoca

    teatro