AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità Progetto SISC

Comunicati Stampa


Tutti gli elementi

18/06/2022

BRONTE – (18 Giugno 2022) – Ormai la terrazza di Monte Ruvolo, in pieno Parco dell’Etna, dopo la serie di escursioni con i ragazzi delle scuole, è molto conosciuta.
Ma il tramonto visto da li è sempre un’esperienza indimenticabile.
Chi ha la fortuna di scrutarlo scopre le meraviglie della natura in un ambiente unico, dove la natura offre il meglio di se.
Emozioni rivissute nella seconda edizione della manifestazione “Tramonto sull’Etna”, ovvero la passeggiata da Piano dei Grilli al rifugio di Monte Ruvolo, organizzata in estate dal sindaco Pino Firrarello per far conoscere il meraviglioso territorio attorno a Bronte insieme con la sezione di Bronte del Cai (Club Alpino Italiano).
E come lo scorso anno in tanti hanno partecipato all’iniziativa. Escursionisti, appassionati naturalisti, ma anche neofiti del trekking incuriositi dai racconti entusiasti di chi ha già vissuto l’esperienza di raggiunge a piedi il rifugio di Monte Ruvolo.
E come sempre il raduno è stato previsto alla Casermetta di Piano dei Grilli, il punto base per l’escursionismo del Parco dell’Etna a quota 1200 metri di altitudine raggiungibile dalla strada in basolato lavico che, di per se, è una grande attrazione. Questa strada, infatti, inerpicandosi sul Vulcano attraversa meravigliose lave cordate della colata del 1651, forse le uniche visibili a bassa quota e raggiungibili comodamente in auto.
Poi la comitiva, superato il cancello che permette solo l’accesso pedonale, con 45 minuti di gradevole passeggiata ha raggiunto i 1410 metri di monte Ruvolo, il “conetto a due cime” ricoperto di ginestra mista a roverella. E lì è stata allestita una degustazione di prodotti tipici.
A partecipare, oltre all’assessore Nunzio Saitta, organizzatore insieme con il responsabile della Prima area del Comune, Patrizia Orefice, l’assessore Maria De Luca e diversi capi area.
“Come si fa a non innamorarsi di luoghi come questo. – ha affermato il sindaco Pino Firrarello – Qui ossigeno, pace e tranquillità non mancano. I rumori della città sono lontani e tutto ciò che ci circonda ci descrive la meraviglia della natura. Ci sono regioni in Italia che riescono a promuovere il nulla. Noi abbiamo boschi e distese di lava che sono straordinari”.
Soddisfatto l’assessore al Turismo Nunzio Saitta: “Una seconda edizione di Tramonto sull’Etna per trascorrere in spensieratezza delle ore all’aria aperta, scoprendo la bellezza del nostro territorio”.

L’Addetto Stampa
Gaetano Guidotto
Odg n. 073739