AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità Progetto SISC

Comunicati Stampa


Tutti gli elementi

09/09/2021

BRONTE – (9 settembre 2021) – “La fiaccolata in memoria della signora Ada Rotini, vittima di femminicidio e contro ogni forma di violenza sulle donne, questa sera la realizzeremo in forma statica. Una lettura più attenta delle norme anticovid ci hanno convinto che è impossibile realizzare il corteo in corso Umberto, che potrebbe essere causa di assembramenti.
I nostri sentimenti saranno ugualmente espressi rimanendo fermi con le fiaccole nel Parco urbano dietro la scuola media”.
            Questa la decisione del sindaco di Bronte, Pino Firrarello, alle fine del vertice effettuato in Comune per definire i dettagli della manifestazione che ha già registrato l’adesione di tantissimi cittadini.
            Organizzata da Antonella Caltabiano, presidente del Telefono Rosa Bronte Onlus, e Rosario Leonardi dell’ Associazione Enjoy, insieme con il Comune, inizialmente la fiaccolata prevedeva un corteo lungo corso Umberto fino a Piazza Spedalieri. Invece adesso si manifesterà fermi e distanziati all’interno del Parco urbano.
Il raduno comunque rimane fissato per le 18.30 all’interno del Parco, con la manifestazione che avrà inizio alle 19.
            “E’ giusto così. - continua Firrarello – Le istituzioni per prime hanno il dovere di rispettare le norme anticovid.
La fiaccolata in forma statica sarà ugualmente la nostra luce contro la violenza.
Tutta Bronte è rimasta attonita per quanto accaduto. Un altro anello si è unito alla ormai lunga catena di femminicidi nel nsotro Paese. Per quanto accade io non ritengo di poter rimproverare nulla né alle Forze dell’Ordine, quotidianamente impegnate in un lavoro immane, né alla Magistratura. Il Parlamento però non può sottrarsi dalle proprie gravi responsabilità. Vedo ogni giorno i nostri rappresentanti litigare per i motivi più futili, mentre la gente muore perché i problemi veri e seri non vengono affrontati”.

L’Addetto stampa
Gaetano Guidotto
Odg n. 073739